+39 095 7652613 | info@motoexplora.com

La posizione di Motoexplora riguardo l'attuale situazione epidemiologica

Cari amici motociclisti
Fermo restando che per noi di Motoexplora, in ogni circostanza, la sicurezza e l’incolumità di chi viaggia con noi vengono al primo posto, vi illustriamo di seguito le domande più comuni che ci vengono rivolte e le principali posizioni che Motoexplora tiene in relazione all’attuale situazione epidemiologica.

Se in questo momento Sicilia e Puglia sono zone arancioni, quindi sottoposte a divieto di ingresso/uscita e spostamento tra i vari comuni, come mai avete deciso di confermare i viaggio di Capodanno?
I viaggi sono confermati in quanto confidiamo che, nonostante l’attuale situazione, le restrizioni imposte, da qui al 3 dicembre, avranno il loro effetto e sarà quindi possibile tornare a viaggiare in relativa sicurezza tra le varie regioni d’Italia. Per questo motivo abbiamo infatti previsto delle condizioni di cancellazione molto flessibili, che consentono ai nostri viaggiatori di cancellare fino a 10 giorni prima senza incorrere in nessuna penale. Come meglio espresso in seguito, chiunque si trovasse impossibilitato a prendere parte al viaggio prenotato per via di ulteriore restrizioni imposte dall’autorità potrà beneficiare del rimborso integrale di quanto versato.

Posso prenotare il mio viaggio nonostante la situazione sanitaria?
Certamente, siamo sempre a disposizione tramite i nostri canali ufficiali come il sito e le pagine sociale, oppure per telefono. Puoi prenotare tranquillamente uno dei nostri prossimi viaggi in programma; in caso di necessità in un secondo momento potrai comunque decidere di variare le date della prenotazione oppure ottenere il rimborso integrale di quanto già versato.

Ma vale la pena comunque prenotare adesso nonostante le restrizioni? O conviene aspettare?
Conviene sempre, in ogni caso, prenotare il prima possibile: per ovvi motivi nessun operatore sarebbe in grado, specialmente nella situazione attuale, di gestire un elevato numero di richiesta last minute. Se volete partecipare al viaggio allora prenotate subito: usufruirete comunque delle garanzie sul rimborso e dei termini di cancellazione flessibili.

In caso di lockdown o altre restrizioni ci sarà quindi un rimborso?
Assolutamente sì: nel caso in cui il Governo o le Autorità preposte dovessero istituire nuovi blocchi, nuove chiusure o limitare in qualsiasi modo la libertà di movimento sul territorio nazionale avrai il rimborso integrale di quanto già versato.

Come mai organizzate viaggi se la situazione non è chiara e se non c’è la sicurezza che si potranno svolgere?
Ci rendiamo conto che la situazione è in costante evoluzione, ma al momento non ci sono limitazioni alla libertà di movimento in Italia e quindi non ci sono motivi per non organizzare regolarmente i nostri viaggi. Qualora intervenissero nuove disposizioni ci adegueremo, ma fino a disposizioni contrarie continueremo ad organizzare i nostri tour in moto regolarmente.

Se il gruppo è numeroso ci possono essere problemi dato che sono vietati gli assembramenti?
Non ci sarà nessun problema di assembramento anche in caso di gruppi numerosi per il semplice motivo che sia durante gli spostamenti in moto che durante i momenti di convivialità sarà garantita la distanza di sicurezza come previsto dalle vigenti normative.

Posso condividere la camera con un amico?
Allo stato attuale non ci sono restrizioni in tal senso, a patto che anche in camera si indossino i dispositivi di protezione individuali e si rispetti il distanziamento sociale. Tuttavia, tale circostanza è sicuramente tra quelle che più di tutte si presentano come situazioni al limite, e quindi lo sconsigliamo vivamente.

Se durante il viaggio vengono immesse nuove restrizioni come gestirete la situazione?
In tale evenienza non potremmo fare altro che adeguarci alle normative vigenti come prescrive la legge: se ad esempio verranno introdotte nuove limitazioni alle libertà di movimento durante il viaggio ci atterremo alle disposizioni delle autorità in materia, che molto probabilmente imporranno l’obbligo di rientro presso il proprio domicilio.

Cosa succederà se il viaggio venisse interrotto dalle autorità? Ci sarà un rimborso?
No, in tal caso, ovvero a viaggio iniziato, non saremo nelle condizioni di poter rimborsare il costo del tour ai partecipanti. Il rimborso di quanto versato ci sarà se le limitazioni dovessero intervenire prima della partenza.

Cosa succederebbe se dovessi ammalarmi durante il viaggio?
In tale evenienza è fatto obbligo di contattare le autorità sanitarie, quindi l’ASL di competenza, che deciderà cosa fare caso per caso. Se i sintomi sono lievi verrà imposto l’isolamento domiciliare per 15 giorni, che può essere effettuato anche nella struttura recettiva dove ci si trova o in apposite strutture individuate dall’ASL. In ogni caso è assolutamente vietato mettersi in viaggio tramite il proprio mezzo o tramite qualsiasi mezzo pubblico.

Cosa succederebbe se un altro partecipante dovesse ammalarsi durante il viaggio?
Come specificato al punto precedente, l’ammalato dovrà ottemperare alle disposizioni delle autorità sanitarie locali. I restanti membri del gruppo dovranno invece sopporsi immediatamente al tampone e quindi rimanere in isolamento domiciliare fino all’esito dell’esame. Se l’esito è negativo si potrà fare rientro al proprio domicilio, in caso contrario valgono le disposizioni delle ASL e si dovrà iniziare l’isolamento domiciliare.

In caso di un membro positivo cosa succede al viaggio? Viene interrotto o può continuare?
In tale evenienza purtroppo il viaggio è da considerarsi concluso.

Ci sarà un rimborso nel caso in cui un viaggio venisse interrotto per via di nuove restrizioni o per positività di uno dei partecipanti?
No, a viaggio iniziato non ci sarà nessun rimborso in nessun caso: né per positività di uno dei partecipanti né in caso di nuove limitazioni o interventi delle Autorità.

  • Dati personali

  • Privacy

    IMPEGNO DI RISERVATEZZA NEL TRATTAMENTO DEI DATI
    Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n.196 del 30/6/2003)
  • Controllo anti-spam

Chiudi il menu